HomeLista dei Desideri (0)AccountCarrelloCassa

Progetto


Da tempo Saman pensava di aprire uno spazio che potesse fungere da incontro delle diverse culture che animano  il nostro mondo. Pensava, al tempo stesso, che questo incontro dovesse avere come unico significato, una ideale tensione verso una estetica del bello e che si dovesse coniugare con una pratica dell’utile e della solidarietà .

 

Operando da trenta anni nel non profit possiamo, con una certa tranquillità, affermare che la logica ancora compassionevole che anima e muove questo mondo ci sembra una cosa da cui prendere sempre più le distanze. Il gesto della donazione si configura come partecipazione emotiva alle sorti dell’altro ma sempre più, in una società  dal tessuto connettivo smagliato, questo gesto rimarca la lontananza e la differenza tra chi dona e chi riceve.

 

Pensa, Saman, che raggiungere lo stesso obiettivo con modalità  diverse sia una sfida a cui non si può sfuggire e tutta da cogliere. SHOP Saman nasce quindi dall’ esigenza di offrire alle persone una duplicità  di orizzonti: un primo orizzonte, che a Saman sta  particolarmente a cuore, investe sulla necessità  di disancorare il non profit dalla dimensione della marginalità  e della residualità .

 

Una marginalità che si traduce come appiattimento verso il basso, in una spersonalizzazione e omologazione inestetica, che trasforma ancor più il non profit in una sottocategoria vitale ed esistenziale.

 

Una seconda dimensione sottointende alla pratica del gesto utile: non un utilitarismo fine a se stesso ma ancorato a condivisone e consapevolezza del gesto. Comprare in SHOP Saman avrà  questo significato.

 

Una doppia anima: la materialità  dell’ oggetto che si acquista perchè è bello si coniuga con l’immaterialità  del gesto utile e solidale che permetterà  a Saman di perseguire i propri obiettivi sociali. Ma rimane fondante la scelta di acquisto determinata dal desiderio di avere quel oggetto e non altri, il fatto che la vicinanza all’ altro debba passare attraverso il proprio piacere. Un gesto individuale diretto alla collettività .

Achille Saletti, presidente Saman.